venerdì, Luglio 1, 2022
HomeafghanistanAfghanistan. Allarme sindacato dei farmacisti sulla carenza di medicinali

Afghanistan. Allarme sindacato dei farmacisti sulla carenza di medicinali


AgenPress – Il sindacato dei farmacisti ha avvertito della carenza di medicinali poiché le sue importazioni sono diminuite a causa delle recenti sfide che attendono i commercianti afgani.  

Il capo del sindacato, Asadullah Kakar, ha affermato che le recenti sentenze imposte sulle importazioni e il trasferimento di valuta, nonché il blocco dei soldi dei commercianti nelle banche, sono le ragioni principali della riduzione dei farmaci nel Paese.  

“Il denaro dei commercianti è bloccato nelle banche. I nostri prodotti sono fermati alla dogana”.

Il Ministero della Salute Pubblica (MoPH) ha confermato il calo dei medicinali ai mercati ma ha affermato che tutti i centri sanitari saranno supportati dall’organizzazione straniera fino alla fine dell’anno in corso.  

“I problemi di medicine e forniture sono stati completamente risolti in più di 2.568 centri, supportati dall’UNICEF e dall’OMS”, ha affermato Javid Hazhir, portavoce del MoPH.  

Ciò avviene quando alcuni proprietari di farmacie hanno affermato che c’è stato un aumento dei prezzi di alcuni farmaci importanti.  

“I nostri cittadini non hanno soldi per il cibo ma sono costretti persino a prendere in prestito denaro per comprare medicine che costano 3.000 Afs. Il prezzo è ora aumentato”, ha affermato Mohammad Qassim, proprietario di una farmacia.  

Sulla base dei dati disponibili, circa il 93% dei medicinali viene importato da Pakistan, Iran, India, Turchia e Bangladesh.

L’articolo Afghanistan. Allarme sindacato dei farmacisti sulla carenza di medicinali proviene da Agenpress.



Source link

- Advertisment -spot_img

articoli piu' letti