venerdì, Luglio 1, 2022
HomeCronacaProgetto Skyline Firenze, Roma, Pisa e Milano di Oreste Ruggiero. Tagliente: “Apprezzati...

Progetto Skyline Firenze, Roma, Pisa e Milano di Oreste Ruggiero. Tagliente: “Apprezzati anche dal Polo Museale, Soprintendenza e Amici dei Musei”


AgenPress. Si è conclusa, con un corale apprezzamento anche della Direttrice del Polo Museale della Lombardia, del Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio Pisa e Livorno e del Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei, il progetto Skyline – Le citta di Leonardo avviato nel 2007 da prefetto Francesco Tagliente e realizzati dall’architetto Oreste Ruggiero a Firenze, Roma, Pisa e Milano.

Il Capo della Polizia, Lamberto Giannini, ha manifestato l’auspicio che il progetto Skyline, possa proseguire per arricchire anche altre Questure.

La cerimonia inaugurale della 4° opera realizzata per la Questura di Milano  si è svolta alla presenza del Questore di Milano Giuseppe Petronzi  e dell’artista che hanno scoperto L’Opera alla presenza dei vertici istituzionali dell’Amministrazione della Pubblica sicurezza Questore e al mondo della cultura museale e dell’associazionismo.

Annunciando l’intervento della Direttrice del Polo Museale della Lombardia Emanuela Daffra, il Prefetto Tagliente, moderatore dei lavori, richiamando il legame tra l’arte, il decoro degli uffici adibiti ad uffici di polizia e la sicurezza, ispirato dai famosi “nodi vinciani” ha detto di essere stato sempre convinto che “le istituzioni, e le persone che le incarnano e le rappresentano, debbano fare di tutto per valorizzare l’inestimabile patrimonio del nostro Paese. “Ho sempre provato dolore e disagio di fronte a tanti uffici pubblici e monumenti in stato di degrado. Per questo – ha concluso – a Firenze e Roma come Questore e a Pisa da Prefetto, ho voluto affiancare ai miei doveri d’ufficio il personale impegno a lasciare in condizioni migliori, di come l’avevo trovato. il patrimonio che mi era stato affidato”.

I nodi vinciani – che sono alla base delle opere di Ruggiero come simbolo di un messaggio ancora vivo proveniente direttamente da Leonardo e che Tagliente ha adottato a simbolo dell’intreccio-legame fra istituzioni e cittadino attraverso l’arte – sono stati poi richiamati, con un apprezzatissimo intervento dalla Direttrice Daffra, per la loro presenza nella Sala delle Asse nel castello sforzesco di Milano.

La Direttrice Emanuela Daffra sul tema città e arte, ha ricordato l’attività molteplice di Leonardo per Milano, il progetto per il riordino compositivo e sanitario della città, oltre a citare varie opere che in questa città sono nate, quali la doppia versione della Vergine delle Rocce, la Dama con l’Ermellino.

La Direttrice ha affermato anche che considera importante la filosofia che anima gli Skyline – Le città di Leonardo perché affini e vicini all’idea – che percorrere l’intera storia italiana- di identificazione tra decoro urbano e dignità, della qualità degli ambienti come elemento essenziale di benessere e di identificazione positiva per tutti coloro che in quel luogo, in quelle città abitano o transitano.

Infine ha chiuso sottolineando il valore essenziale per la convivenza, ed oggi lo si sente in particolare, non tanto della bellezza ma della cultura in quanto strumento di dialogo, di confronto e di approfondimento.

Anche il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio Pisa e Livorno Valerio Tesi ha aperto il suo messaggio lodando l’iniziativa. “Abbiamo davvero bisogno di una permanente, diffusa e condivisa attenzione ai valori estetici ed etici del nostro ambiente – ha detto il soprintendente Tesi – abbiamo bisogno di gesti e disegni che promuovano la conoscenza e la valorizzazione della bellezza diffusa del nostro Paese. E sono davvero convinto che proporre sulle pareti della Questura di Milano la suggestiva interpretazione di Oreste Ruggiero delle tracce e dei segni leonardiani nel contemporaneo dinamismo delle città lombarda sia felice manifestazione di un ulteriore segmento di bellezza”.

Ha poi preso la parola Italo Scaietta Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei “La Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei – ha detto Italo Scaietta- è con piena convinzione che intende sostenere il progetto Skyline – Le città di Leonardo. Gli Amici dei Musei che rappresentano la prima forma di volontariato culturale organizzato nata al mondo, attraverso decine di Associazioni locali sparse sul territorio nazionale hanno la vocazione, fra le molteplici attività che svolgono, di avvicinare le persone all’arte.  Il progetto del Prefetto Tagliente è perfettamente aderente alla visione di valorizzazione e conoscenza del nostro patrimonio, che le nostre Associazioni ripetutamente sostengono e promuovono. Siamo molto onorati di poter sostenere con, una parte significativa della società civile organizzata, questa ulteriore e preziosa azione svolta nelle sedi istituzionali del nostro Paese”. Italo Scaietta è anche uno dei 4 Vice Presidenti della Federazione mondiale degli Amici dei Musei (WFFM) presenti nei quattro continenti con oltre 3 milioni di associati e nel suo ruolo è il presidente europeo della Federazione.

Si è conclusa, con un corale apprezzamento anche della Direttrice del Polo Museale della Lombardia, del Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio Pisa e Livorno e del Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei, il progetto Skyline – Le citta di Leonardo avviato nel 2007 da prefetto Francesco Tagliente e realizzati dall’architetto Oreste Ruggiero a Firenze, Roma, Pisa e Milano. Il Capo della Polizia, Lamberto Giannini, ha manifestato l’auspicio che il progetto Skyline, possa proseguire per arricchire anche altre Questure.

La cerimonia inaugurale della 4° opera realizzata per la Questura di Milano  si è svolta alla presenza del Questore di Milano Giuseppe Petronzi  e dell’artista che hanno scoperto L’Opera alla presenza dei vertici istituzionali dell’Amministrazione della Pubblica sicurezza Questore e al mondo della cultura museale e dell’associazionismo.

Annunciando l’intervento della Direttrice del Polo Museale della Lombardia Emanuela Daffra, il Prefetto Tagliente, moderatore dei lavori, richiamando il legame tra l’arte, il decoro degli uffici adibiti ad uffici di polizia e la sicurezza, ispirato dai famosi “nodi vinciani” ha detto di essere stato sempre convinto che “le istituzioni, e le persone che le incarnano e le rappresentano, debbano fare di tutto per valorizzare l’inestimabile patrimonio del nostro Paese. “Ho sempre provato dolore e disagio di fronte a tanti uffici pubblici e monumenti in stato di degrado. Per questo – ha concluso – a Firenze e Roma come Questore e a Pisa da Prefetto, ho voluto affiancare ai miei doveri d’ufficio il personale impegno a lasciare in condizioni migliori, di come l’avevo trovato. il patrimonio che mi era stato affidato”.

I nodi vinciani – che sono alla base delle opere di Ruggiero come simbolo di un messaggio ancora vivo proveniente direttamente da Leonardo e che Tagliente ha adottato a simbolo dell’intreccio-legame fra istituzioni e cittadino attraverso l’arte – sono stati poi richiamati, con un apprezzatissimo intervento dalla Direttrice Daffra, per la loro presenza nella Sala delle Asse nel castello sforzesco di Milano.

La Direttrice Emanuela Daffra sul tema città e arte, ha ricordato l’attività molteplice di Leonardo per Milano, il progetto per il riordino compositivo e sanitario della città, oltre a citare varie opere che in questa città sono nate, quali la doppia versione della Vergine delle Rocce, la Dama con l’Ermellino.

La Direttrice ha affermato anche che considera importante la filosofia che anima gli Skyline – Le città di Leonardo perché affini e vicini all’idea – che percorrere l’intera storia italiana- di identificazione tra decoro urbano e dignità, della qualità degli ambienti come elemento essenziale di benessere e di identificazione positiva per tutti coloro che in quel luogo, in quelle città abitano o transitano.

Infine ha chiuso sottolineando il valore essenziale per la convivenza, ed oggi lo si sente in particolare, non tanto della bellezza ma della cultura in quanto strumento di dialogo, di confronto e di approfondimento.

Anche il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio Pisa e Livorno Valerio Tesi ha aperto il suo messaggio lodando l’iniziativa. “Abbiamo davvero bisogno di una permanente, diffusa e condivisa attenzione ai valori estetici ed etici del nostro ambiente – ha detto il soprintendente Tesi – abbiamo bisogno di gesti e disegni che promuovano la conoscenza e la valorizzazione della bellezza diffusa del nostro Paese. E sono davvero convinto che proporre sulle pareti della Questura di Milano la suggestiva interpretazione di Oreste Ruggiero delle tracce e dei segni leonardiani nel contemporaneo dinamismo delle città lombarda sia felice manifestazione di un ulteriore segmento di bellezza”.

Ha poi preso la parola Italo Scaietta Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei “La Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei – ha detto Italo Scaietta- è con piena convinzione che intende sostenere il progetto Skyline – Le città di Leonardo. Gli Amici dei Musei che rappresentano la prima forma di volontariato culturale organizzato nata al mondo, attraverso decine di Associazioni locali sparse sul territorio nazionale hanno la vocazione, fra le molteplici attività che svolgono, di avvicinare le persone all’arte.  Il progetto del Prefetto Tagliente è perfettamente aderente alla visione di valorizzazione e conoscenza del nostro patrimonio, che le nostre Associazioni ripetutamente sostengono e promuovono. Siamo molto onorati di poter sostenere con, una parte significativa della società civile organizzata, questa ulteriore e preziosa azione svolta nelle sedi istituzionali del nostro Paese”. Italo Scaietta è anche uno dei 4 Vice Presidenti della Federazione mondiale degli Amici dei Musei (WFFM) presenti nei quattro continenti con oltre 3 milioni di associati e nel suo ruolo è il presidente europeo della Federazione.

L’articolo Progetto Skyline Firenze, Roma, Pisa e Milano di Oreste Ruggiero. Tagliente: “Apprezzati anche dal Polo Museale, Soprintendenza e Amici dei Musei” proviene da Agenpress.



Source link

- Advertisment -spot_img

articoli piu' letti