venerdì, Luglio 1, 2022
HomeEconomiaFisco. Commercialisti, serve rottamazione straordinaria. Un insuccesso la rottamazione ter

Fisco. Commercialisti, serve rottamazione straordinaria. Un insuccesso la rottamazione ter


AgenPress – “Le cartelle esattoriali  vanno pagate dai contribuenti ma è necessario rendere sostenibile le scadenze per mettere nelle condizioni famiglie e imprese italiane di poter onorare i debiti. Per fare questo, è necessaria una rateazione che abbia intervalli temporali straordinari rispetto a quelli previsti dalla normativa vigente”.

Lo afferma Elbano de Nuccio, neopresidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

“I commercialisti italiani chiedono con determinazione un intervento immediato da parte del governo e del Parlamento affinché venga approvata una norma che consenta l’attivazione di una ‘rottamazione straordinaria’ dei debiti tributari e previdenziali scaduti”.

La rottamazione ter, secondo ricostruzioni di stampa, sarebbe infatti stato un vero insuccesso. Dei 537.000 contribuenti beneficati dal Parlamento con la pace fiscale e la possibilità di rateizzare le cartelle rottamate, solo meno della metà avrebbe deciso di aderire e pagare.

Allo scadere dell’ultimo termine, il 9 maggio, nonostante i cinque giorni di tolleranza, avrebbero aderito meno di 250.000 contribuenti, con conseguenze anche sul recupero di entrate previste dall’Erario. Si tratta di 2,45 miliardi di euro che riguardano sia chi non ha versato le rate del 2020 sia quelle del 2021. Ora questa cifra potrebbe essere recuperata con le vie ordinarie che per il contribuente significa dover pagare tutto il debito, con in più interessi e sanzioni senza possibilità di dilazioni.

L’articolo Fisco. Commercialisti, serve rottamazione straordinaria. Un insuccesso la rottamazione ter proviene da Agenpress.



Source link

- Advertisment -spot_img

articoli piu' letti