lunedì, Maggio 16, 2022
HomeEsteroUcraina. Zaporizhzhia. La struttura per disabili pensa di evacuare i 425 ospiti

Ucraina. Zaporizhzhia. La struttura per disabili pensa di evacuare i 425 ospiti


AgenPress – Con circa 425 residenti, è la più grande struttura di questo tipo nella regione sudorientale di Zaporizhzhia. Trovare una sistemazione adatta altrove è tutt’altro che facile, ha affermato il direttore Oleksandr Starosvitskyi. Sono allo studio varie opzioni, tra cui il trasferimento di 250 residenti in un ospedale psichiatrico regionale, dove vengono preparati i letti, e possibilmente anche l’utilizzo di un ex orfanotrofio.

Si sono già svolti diversi incontri con le autorità regionali e un altro è in attesa. Ma per Starosvitskyi è chiaro cosa si dovrebbe fare.

“Questa struttura deve essere evacuata immediatamente”, ha affermato, sottolineando che i suoi residenti includono molti anziani e persone gravemente disabili che non possono essere spostate facilmente o rapidamente. Ci vorrebbero circa due giorni per far uscire tutti, a seconda di quanti mezzi di trasporto sono forniti, ha detto.

Orikhiv, un villaggio vicino a circa 10 chilometri (sei miglia) a sud, è spesso bombardato dalle forze russe che hanno invaso l’Ucraina alla fine di febbraio e la linea del fronte della guerra corre appena oltre. La parte meridionale della regione di Zaporizhzhia è ora nelle mani delle forze russe.

Starosvitskyi crede che Tavriiske non sarà invaso. Ma la struttura è ancora troppo vicina alla prima linea per il comfort. Martedì un proiettile è atterrato per la prima volta nel villaggio. Cadde in un campo, senza causare danni o ferite, e Starosvitskyi sbatté a malapena le palpebre al suono dell’esplosione. Ma è stato un duro promemoria di quanto sia vicina la guerra.

La maggior parte dei residenti della struttura sono persone che non hanno famiglia, ma i parenti di coloro che lo hanno sono stati contattati e il loro consenso è stato chiesto per una potenziale evacuazione, ha detto Starosvitskyi. Tutti sono d’accordo.

Nell’attesa, il personale ha condotto esercitazioni antiaeree con i residenti in grado di partecipare, portandoli al rifugio antiaereo. A coloro che non riescono a capire cosa sta succedendo, hanno spiegato i suoni della guerra come un tuono.

L’istituto è distribuito tra diversi edifici del villaggio. Prima della guerra, una delle sezioni che ospitava circa 150 persone organizzava vivaci disco dance due volte a settimana. “Hanno partecipato tutti, l’hanno adorato”, ha detto il vicedirettore Liudmyla Melnyk.

Ma questo si è fermato quando è iniziata la guerra, per motivi di sicurezza. “Abbiamo altoparlanti davvero grandi e vogliamo essere in grado di ascoltare cosa sta succedendo” nel caso abbiano bisogno di cercare riparo, ha spiegato Melnyk. Ora si tengono balli molto più piccoli, con meno persone e il volume abbassato.

“È spaventoso vivere in una situazione del genere”, ha detto. “Non avrei mai pensato che in vita mia avrei vissuto una guerra”.

Anche altri segni dei problemi al di là delle mura dell’istituzione si sono insinuati. Tra le opere d’arte dai colori vivaci dei residenti che decorano i corridoi immacolati c’è un poster sulla consapevolezza della mia. Alcuni dei residenti stanno lavorando a maglia e cucendo calze e altri prodotti artigianali per i soldati ucraini.

Ma in generale, il personale cerca di garantire che il conflitto invada il meno possibile e gran parte della vita quotidiana rimane invariata. Ci sono giochi di ping-pong aspramente contestati da giocare e lezioni di disegno a cui partecipare, progetti artistici su cui lavorare, animali domestici da nutrire e giardini ben curati dell’istituto di cui prendersi cura.

L’articolo Ucraina. Zaporizhzhia. La struttura per disabili pensa di evacuare i 425 ospiti proviene da Agenpress.



Source link

- Advertisment -spot_img

articoli piu' letti