martedì, Agosto 16, 2022
HomeEsteroMosca. Marina Ovsyannikova multata per aver parlato contro la guerra in Ucraina...

Mosca. Marina Ovsyannikova multata per aver parlato contro la guerra in Ucraina e screditato l’esercito russo


AgenPress – L’ex giornalista televisiva russa Marina Ovsyannikova è stata multata per aver “screditato” l’esercito russo.

Ha fatto notizia a livello internazionale a marzo quando ha tenuto una protesta contro la guerra in Ucraina durante una trasmissione in diretta sul notiziario di Channel 1 controllato dallo stato.

Giovedì, un tribunale di Mosca ha multato la Ovsyannikova per 50.000 rubli (800 dollari) per i commenti che ha fatto sulla guerra.

“Quello che sta succedendo qui è assurdo”, ha detto alla corte. “La guerra è orrore, sangue e vergogna”.

La Russia ha approvato una legge contro lo “scredito” delle sue forze armate all’inizio di marzo, poco dopo l’invasione dell’Ucraina.

La  Ovsyannikova è stata accusata di infrangere la legge quando ha scritto sui social media che i responsabili della guerra si sarebbero trovati sul banco degli imputati davanti a un tribunale internazionale.

Ha detto alla corte che il processo è stato progettato per “intimidire” lei e altri che si oppongono all’invasione russa dell’Ucraina.

 “Non sono riusciti a intimidirmi. Continuerò a dichiararmi contro la guerra come ho fatto prima”, ha aggiunto affermando che avrebbe presentato ricorso contro la multa.

La sua storica protesta di marzo ha visto la giornalista entrare sul set di uno dei più grandi notiziari serali della Russia con in mano un cartello che diceva: “Niente guerra, ferma la guerra, non credere alla propaganda, qui ti stanno mentendo”.

È stata licenziata dal suo lavoro e multata di 30.000 rubli ($ 480; £ 400) a seguito di ciò che ha detto essere 14 ore di interrogatorio .

 Ovsyannikova dovrà presentarsi nuovamente in tribunale il mese prossimo per un caso diverso con le stesse accuse, relative ai suoi post sui social media. In teoria reati ripetuti potrebbero portare a un procedimento penale, ma il suo avvocato ha detto alla BBC che questo non era certo.

Dall’inizio della guerra in Ucraina, la Russia ha insistito che fosse definita “operazione militare speciale” e ha represso le proteste e le critiche alla guerra o alle forze armate.

Tali restrizioni e l’impatto delle sanzioni internazionali hanno portato a una serie di dimissioni nei media russi , sia in patria che tra i giornalisti stranieri che lavorano per le testate giornalistiche russe in Occidente.

L’articolo Mosca. Marina Ovsyannikova multata per aver parlato contro la guerra in Ucraina e screditato l’esercito russo proviene da Agenpress.



Source link

- Advertisment -spot_img

articoli piu' letti